...Caldiero, via monte Rocca


torna indietro


Poco distante dal paese di Caldiero, a ridosso del famoso parco termale, ci sono due particolari bunker a poca distanza tra di loro in mezzo ad un campo. La sagoma a cupola, del bunker più facilmente visibile dalla strada, e' inconsueta rispetto a quelli finora rinvenuti nel nostro territorio.

Il bunker sembra presentare piu' ingressi, come si puo' vedere nelle fotografie qui sotto riprese da angolazioni differenti.

A poca distanza dal primo bunker e' possibile intravvedere una seconda costruzione a ridosso di una piccola collina. La vegetazione che ricopre questo bunker non ci permette di capire se la struttura sia la stessa a forma di cupola.

Ci auguriamo di riuscire prossimamente ad ottenere maggiori informazioni riguardo questi due interessanti rifugi. Desideriamo ringraziare Andrea Toffali e Fabrizio Berni per averci indicato ed inviato le immagini di questi splendidi resti.


Aggiornamenti: abbiamo ricevuto una mail, inerente ai bunker sopra descritti, che riportiamo in seguito:

Visitando il vostro sito ho visto inserite le foto dei due bunker di Caldiero. Avendo abitato per parecchi anni nel palazzo imponente che si vede alle spalle dei bunker [...] vorrei segnalare che un altro rifugio antiaereo si trova alle spalle di questi due, in mezzo al bosco (in proprietà privata) vicino alla villa gialla che si intravvede dalla strada. Inoltre un ulteriore bunker, simile ai due se non ricordo male, si trova alle pendici del Monte Rocca, probabilmente nascosto allo sguardo dalla fitta vegetazione.

Personalmente ritengo che quello nel bosco della villa sia riconducibile al periodo del secondo conflitto mondiale, per quanto riguarda gli altri tre sarei più propenso al primo conflitto mondiale anche se è vero che la distanza dal fronte sarebbe tale da escluderlo. Questa mia “convinzione” è in parte dovuta al fatto che in famiglia, o tra i conoscenti della zona, non ho mai sentito parlare della loro costruzione in quanto era una presenza “normale”. A parte questo, ecco un buon motivo per intraprendere una piccola ricerca tra i conoscenti che forse potrà tornare utile.
 

Fiorenzo Lavagnoli

Noi vogliamo prima di tutto ringraziare Fiorenzo Lavagnoli per l'interesse mostrato agli argomenti del nostro sito, sperando di stimolare altre persone nella ricerca di notizie, immagini e materiale inerenti ai rifugi in questione.